Sapevo che prima o poi mi avrebbe guardato, era solo questione di tempo. Infine, i suoi occhi bucarono l’obiettivo e io fui distratto nell’attesa e costretto ad agire. Pigiai con trepidazione e mi accorsi immediatamente che l’aspettativa era diventata infinitesimale, assente, nulla. Non mi accorsi dell’intercedere perentorio delle lancette del mio orologio, eppure entrambi vivemmo la speranza e fummo istante. Capii l’amore, capii la loro purezza, capii la nostra inadeguatezza, capii il senso della fotografia.

“Un giorno senza Fotografia è un giorno senza Emozioni!”

#savetheanimals
| Fotografie di Animali e schede IUCN Redlist |

Animals In Black

Camminare nella Natura, osservare un animale, la sua bellezza e le sue particolarità, mi permette ogni volta di immergermi nel silenzio dei miei pensieri e riflettere sul rapporto tra noi e loro. Anime pure, istintive, fragili e devastanti, uniche, importanti, appartenenti a un mondo (lo stesso nostro) con il quale abbiamo creato una rottura intrinseca e devastante mirata a conseguenze devastanti.

Possiamo, dobbiamo rimediare! Come?

Diventando consapevoli dell’importanza della questione e acquisendo umiltà esistenziale. Il disegno è più ampio, il quadro è differente da come lo si immagina. Noi, siamo parte dell’ecosistema, non ne siamo superiori e, men che mai, creatori; noi siamo una specie.

Per specie s’intendono le unità biologiche fondamentali nella classificazione di piante e animali. Si stima che ve ne siamo 2 milioni conosciute ma che, considerando quelle parti inesplorate del Pianeta come gli abissi marini e le foreste tropicali, il numero potrebbe salire tra i 5 e 100 milioni. Quindi, prima di domandarsi se siamo soli nell’Universo, forse sarebbe il caso di asserire “Non siamo I soli su questo Pianeta!

Il benessere comune passa inevitabilmente attraverso il loro che deriva dall’equilibrio globale della Terra. Questo è minato, ogni singolo giorno, dalle azioni prodotte dall’uomo. Non solo fautore di scoperte e creazioni meravigliose è, in modo dicotomico, causa delle distruzione degli habitat, del commercio illegale, del bracconaggio, dell’inquinamento e del cambiamento climatico. Tutto ciò mette sempre più in pericolo il resto degli abitanti del nostro Pianeta.

Rispetto al passato, le specie si estinguono a una velocità circa 100 volte superiore, ergo, occorre agire con forza e tempestività, ADESSO! Per farlo dobbiamo salvaguardare quelle in via di estinzione, difenderne la biodiversità in tutte le forme ma, sopra ogni cosa, ricucire lo strappo netto che abbiamo creato con la Natura, ricostruendo il rapporto di armonia con l’ambiente.

L’ente governativo di riferimento è senza dubbio lo IUCN (International Union for the Conservation of Nature). Fornisce alle organizzazioni pubbliche, private e non governative le conoscenze e gli strumenti che consentono il progresso umano, lo sviluppo economico e la conservazione della natura da realizzare insieme.

Secondo le stime della loro REDLIST ci sarebbero più di 26.000 specie a rischio di estinzione che è più del 27% di tutte le specie valutate.

IUCN REDLIST Status

lc
nt
vu
en
cr
ew
ex

Legenda
[NE] NOT EVALUATED: Non è stata fatta nessuna valutazione
[DD] DATA DEFICIENT: Poche informazioni per valutare
[LC] LEARN CONCERN: A rischio relativamente basso di estinzione
[NT] NEAR THREATENED: Probabilmente diventerà vulnerabile
[VU] VULNERABLE: Ad alto rischio di estinzione in natura
[EN] ENDANGERED: A rischio molto elevato di estinzione in natura
[CR] CRITICALLY ENDANGERED: A rischio estremamente elevato
[EW] EXTINCT IN THE WILD: Sopravvive solo in cattività
[EX] EXTINCT: Nessun individuo sopravvissuto


Questa mia opera è dedicata a loro, tutti, come forma di gratitudine personale ma anche come viatico per esaltarne l’essenza. Tuttavia non semplici scatti, bensì un lavoro meticoloso e ricercato tra virtuosismi creativi e tecniche fondamentali.

Ho messo tutta la mia esperienza da professionista a disposizione di questi ritratti, primo per enfatizzare (quanto più possibile senza sconvolgerne la realtà) il soggetto e la propria personale bellezza e, in secondo luogo, come segno distintivo della mia firma artistica e professionale.

Chiunque osservi questi lavori deve essere sopraffatto da brividi e sensazioni che, attraverso uno sguardo attento, devono veicolarne il il messaggio attraverso l’anima fino al cuore al fine di capire, comprendere, amare e rispettare ogni singolo essere vivente.

#savetheanimals // Animals In Black è, in definitiva, non solo un personale lavoro creativo ma, soprattutto, un’importante progetto atto alla salvaguardia degli animali in via di estinzione.

Qual’è, quindi lo scopo? Raccogliere soldi necessari per le donazioni verso quelle organizzazioni che hanno i mezzi, il potere, il desiderio e il dovere di salvare animali come il WWF e il National Geographic. Aiutami a raccogliere questi fondi, dona il tuo cuore e salvali.

Ho scelto il WWF e il National Geographic perché sono già un donatore e perché hanno i migliori programmi di sempre per la protezione delle tigri. La donazione annuale minima richiesta per garantire un pacchetto decente è di € 1,360 divisi come segue: € 360 WWF e € 1000 National Geographic. Il mio personale monthly contributo mensile è di: € 15 al WWF / TX2 Tiger Protector Program

Puoi farlo in tre semplici modi, tu scegli, ma … per favore, fallo! Anche la tua coscienza ti ringrazierà … grazie!

Newsletter? Meglio Messenger!

Iscriviti!
Licenza Creative Commons
Animals In Black di Gian Luca Partengo è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://animalsinblack.it.
x Shield Logo
This Site Is Protected By
The Shield →