Tira, la zebra a pois esiste davvero e si trova in Kenia, nel Maasai Mara!

In breve

Tira la zebra a pois esiste davvero e si trova in Kenia, nel Maasai Mara! La Natura è incredibile ma quando crea così, diventa miracolosa.

Contenuti

Cerca

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Gian Luca Partengo

Gian Luca Partengo

Sono un Artista e Fotografo digitale torinese, specializzato nella Fotografia Digitale Black & White e Creativa Wild nel Progetto Animals In Black.

La Natura è incredibile ma quando crea così, diventa miracolosa e infinita.

La Natura è magica di suo, in ogni singolo attimo che scandisce il ciclo della Vita e noi, nella nostra piccola esistenza e nonostante la coscienza di questi miracoli, continuiamo a stupirci ed a meravigliarci come la prima volta.

Grazie Natura per le emozioni che ci doni e per i miracoli che compi.

Storie straordinarie come questa ve ne sono, fortunatamente, sempre. Magari non tutte inerenti a questo particolare tipo di argomento ma altrettanto coinvolgenti. Date una lettura anche agli articoli correlati suggeriti.

Tornando al caso …

La scoperta di Tira, la zebra "a pois"

L'avvistamento

Il 15 settembre 2019, come riporta l’annuncio della pagina Wildest Africa che seguo, una guida del Riserva Nazionale del Maasai Mara, nelle proprie attività quotidiane, si è imbattuta in un evento incredibile. L’avvistamento di un cucciolo di zebra dalla livrea decisamente insolita: “a pois” 😲

Il puledro, in seguito, è stato ribattezzato con il cognome della guida che ha avuto la fortuna di avvistarlo per primo: TIRA.

Di seguito la traduzione del post originale👇

La scorsa notta una guida Maasai ha scoperto un piccolo di zebra mutato geneticamente nella Maasai Mara e gli ha dato il suo cognome, Tira. Questa mattina siamo tra i primi a far visita a Tira! Qualche anno fa c’è stato un caso simile, anche se la zebra aveva anche le strisce e la coda ‘a ciuffo’. Tira, invece, ha un pelo che sembra essere a pois! Spero che gli esperti si interessino a questo caso e condividano presto con noi qualche scoperta interessante.

Wildest Africa annuncia Tira, la zebra a pois del Masai Mara.
Wildest Africa annuncia Tira, la zebra a pois del Masai Mara.

Le classiche strisce di una zebra

La particolarità delle strisce nere sul nato chiaro di una zebra sono, ad oggi, ancora argomento di acceso dibattito tra gli scienziati:

  • Sono segno distintivo di riconoscimento nel branco;
  • Disturbano la vista dei predatori durante una veloce battuta di caccia;
  • Termoregolano l’animale abbassandone la temperatura.

Tuttavia, recentemente, proprio quest’ultima ipotesi è stata smentita da uno studio scientifico che ne ha sfatato il mito.

Perché Tira non ha le strisce?

Difficile dirlo con certezza ora. Tuttavia, gli scienziati stanno vagliando alcune ipotesi per spiegare questo cambiamento genetico.

Già, perché proprio di cambiamento o mutazione genetica si parla; le strisce nere sul manto bianco sono sparite e, al loro posto, sono apparsi pallini bianchi su di un manto scuro.

In casi simili a questo, si parla di melanismo, ovvero un’eccessiva pigmentazione nera che ricopre tutto il corpo dell’animale. Pallini o piccole macchie biancastre o chiare prendono il posto di altri “disegni” in modo più o meno evidente.

Proprio, quindi, come succede ad esempio per uno dei miei felini preferiti, il giaguaro, anche per Tira potrebbe essere successa la stessa cosa 😉

Giaguaro melanistico
Giaguaro melanistico

Staremo a vedere ma, in qualsiasi caso … una meraviglia!! 😍

Tira è unica e deve essere salvaguardata più che mai!

Come per ogni cosa, anche per questa meravigliosa storia esiste il rovescio della medaglia.

La singolarità di Tira è un’arma a doppio taglio. L’ha portata, infatti, a scalare la vetta delle attrazioni turistiche sorpassando felini e altre specie. Di conseguenza, la possibilità che possa essere spaventata dalle centinaia e centinaia di visitatori è più che reale.

Ma non solo 🤔

Il suo particolare manto la rende più che riconoscibile a chiunque la osservi o, più genericamente, osservi il paesaggio … predatori e bracconieri compresi!

Deve essere protetta, subito e senza questioni e, tutti noi, ci auguriamo che ciò avvenga.

Conclusioni

Tira è un miracolo della Natura e non uno scherzo. Salvaguardarla è di primaria importanza ed ogni azione, in tal senso deve essere fatta.

La “Tigre di Cremona” negli anni sessanta cantava “… una zebra a pois …” … facciamo che non rimanga solo una splendida ma utopica canzone italiana.

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Entra in contatto

Get In Touch

Vuoi parlare di fotografia di natura ed animali, ospitare AIB, organizzare un evento o acquistare una foto?